Definizione dell'eczema atopico

L’eczema atopico, anche detto dermatite atopica, è una dermatosi cronica pruriginosa e infiammatoria, che alterna periodi d'esacerbazione a periodi di remissione.

definizione dell eczema atopico
 

fotos-eczema-atopico

Collezione a cura del Dott. D. Wallach (Parigi)

E' una malattia multifattoriale complessa, che associa due tipi d'anomalie:  


- un'alterazione della barriera epidermica (deficit di filaggrina, anomalie dei lipidi, etc) che rende la cute secca e anormalmente sensibile a tutte le aggressioni;
- una tendenza alle sensibilizzazioni agli allergeni con IgE, con un'eccessiva reazione immunitaria.

eczema atopico barriera cutanea

L’ eczema atopico indica le manifestazioni infiammatorie cutanee recidivanti che insorgono nell'ambito di un terreno atopico.  
Viene, infatti, considerato come il versante cutaneo (sulla pelle) della malattia atopica ( o «atopia»)  che comprende anche l'asma, la rinite e la congiuntivite allergica.

Cos'è l'atopia?
 L’atopia è un terreno, una predisposizione genetica che porta a delle reazioni eccessive agli allergeni. In particolare, si possiedono e producono in modo esagerato degli anticorpi specifici, chiamati immunoglobuline E (Ige). L'atopia può esprimersi sotto forma d'eczema, rino-congiuntivite, asma... Le persone atopiche sviluppano una ipersensibilità agli allergeni che nelle persone non atopiche non provoca nessuna reazione.

Epidemiologia dell'eczema atopico    

Nei paesi industrializzati la prevalenza (numero di pazienti affetti nella popolazione generale) è triplicata in 30 anni.
Nei bambini la più frequente è la dermatosi:

  •  In Italia varia dal 12 al 15 % , e può insorgere sin dai primi mesi di vita.
  • Colpisce il 20 % dei bambini sotto i 7 anni e circa il 18% dei bambini dai 7 ai 16 anni.

Colpisce tutte le popolazioni; un recente studio indica che questa affezione colpirebbe il 17% delle pelli nere e il 15% delle pelli ispaniche.

La prevalenza aumenta con l'ambiente, i cambiamenti dello stile di vita, l'aumento dell'igiene nelle nostre società (malattia più frequente nei paesi industrializzati). Uno studio svolto dai Centri americani di controllo delle malattie e della prevenzione presso le famiglie indica che dal 2000 al 2010,  l'indice della dermatite atopica (DA) nei bambini di meno di 18 anni è passato dal 9% al 17% nei bambini di colore; dal 5% al 10%  nei bambini ispanici, e da 8% a 13% nei bambini bianchi. Quest'aumento della prevalenza è certamente legato anche allo stile di vita visto che più il paese è industrializzato, più è alta la prevalenza (es: in Corea, attualmente, la prevalenza nei bambini è del 30%).

Si tratta dunque di un problema emergente di salute pubblica.

Vi è anche una predisposizione genetica, infatti, la prevalenza aumenta con la familiarità (se uno dei genitori ne è affetto, il bambino ha il 50% di possibilità di soffrirne; tale predisposizione è maggiore se ambedue i genitori ne soffrono).

fattori di predisposizione eczema atopico

Quali sono le cause di una tale crescita?

Varie ipotesi:

  • il parto cesareo: il bambino non "prenderebbe" la flora cutanea della madre come nel caso di un parto vaginale
  • "troppa igiene"
  • "troppi saponi detergenti"
  • "meno infezioni": non attivandosi contro le infezioni, il sistema immunitario si attiva verso gli allergeni.

Chiaramente, questa malattia non è contagiosa, a volte, sarà  dunque utile trattare questo tema a scuola, con l'insegnante del vostro bambino.