Conoscete il Design Thinking nella dermatite atopica ?

Mar, 09/04/2019 - 15:30
Design Thinking dans la dermatite atopique

La Fondazione per la Dermatite Atopica, partner delle Entretiens d'Avène, vi illustra il "Design Thinking nella dermatite atopica": il paziente al centro dei dibattiti

 

 

 

L'edizione 2018 delle Entretiens d'Avène ha segnato un punto di svolta dal punto di vista organizzativo.  Le Entretiens d'Avène che si sono tenute l'8 giugno 2018 ad Avène sul tema del "Design Thinking in Atopic Dermatitis", hanno per la prima volta dato voce ai pazienti.

 

Design Thinking: Introduzione sul Design Thinking: definizione, metodologia, obiettivi.
Relatori : Pr. R. Takaoka, G. Raulik Murphy, Pr. J-F. Stalder, M-A. Martincic

 

"Design Thinking" è l'espressione che indica la creazione collaborativa di una soluzione a un problema espresso. È la prassi intellettuale dei designer, da cui trae il nome. È un metodo che fa appello alla creatività collettiva, per cui si può parlare di design collaborativo. Il suo obiettivo è riunire delle persone che presentano un problema irrisolto e diverse altre figure per riflettere insieme e trovare una soluzione in grado di soddisfare il bisogno espresso inizialmente.

 

Diversi partecipanti che, in un modo o nell'altro, avevano a che fare con l'atopia (dermatologi, infermieri, responsabili di associazioni di pazienti affetti da dermatite atopica, persone coinvolte nella gestione della dermatite atopica dei pazienti, designer) hanno avuto modo di incontrare pazienti affetti da dermatite atopica per discutere e affrontare le problematiche dei pazienti.

Per una giornata di lavoro erano rappresentate ben undici nazioni.

 

Nella prima parte, il Professor R. Takaoka, esperto di Design Thinking nel quadro della dermatite atopica, e G. Murphy Raulik, designer specializzata nel Design Thinking, hanno presentato le caratteristiche fondamentali della dermatite atopica, il principio del Design Thinking e i traguardi, spesso semplici e davvero sorprendenti, raggiunti con questo metodo.

Il Professor J.F. Stalder e il Dottor D. Guerrero hanno sottolineato l'importanza dell'educazione terapeutica nella gestione della dermatite atopica.

Nella seconda parte dell'evento è stata organizzata una serie di laboratori sotto forma di tavole rotonde, ognuna costituita da un paziente e vari operatori sanitari.

Questa occasione unica ha dato modo ai pazienti di esprimere le problematiche legate alla propria patologia e condividerle con tutti gli operatori sanitari.

Il miglioramento della qualità della vita e il bisogno di informazioni non contraddittorie riguardo alla gestione globale della patologia si sono rivelati elementi fondamentali per i pazienti.

 

Grazie a un lavoro congiunto, diretto dal Professor R. Takaoka e da G. Murphy Raulik, ognuno ha avuto modo di esprimere la propria creatività per giungere poi a una serie di proposte collettive.

Tutti si sono dimostrati favorevoli alle soluzioni e all'assistenza on-line, così come alla creazione di blog per gli scambi di opinioni tra pazienti e di un marchio che permetta di riconoscere i siti di riferimento contenenti informazioni mediche convalidate da operatori sanitari esperti nella gestione della dermatite atopica.

 

Nel corso della giornata, sono stati realizzati reportage con gli oratori, i pazienti, gli infermieri e i rappresentanti delle associazioni di pazienti.

Sono stati realizzati quattro video, attualmente in onda sulle WebTV francesi "Fréquence médicale", "Pourquoi Docteur" e internazionali "MD-fm".

Questi video sono disponibili in 4 lingue: francese, inglese, italiano e spagnolo.

 

Guardate altre video-testimonianze dei pazienti, degli infermieri e dei rappresentanti delle associazioni di pazienti che hanno partecipato a questa giornata :