Elaborare una diagnosi educativa

Un programma d’educazione terapeutica comporta 4 fasi

Un programma d’educazione terapeutica comporta 4 fasi

1. Elaborare una diagnosi educativa :

La diagnosi educativa è la prima fase: è un momento per fare il punto insieme al paziente affetto da dermatite atopica.
Durante 45 min. il medico (o l’infermiera) e il paziente parleranno delle sue conoscenze; (valutazione della gravità delle esacerbazioni, il trattamento seguito, ecc…) sulle difficoltà avute, le sue condizioni di vita, i suoi progetti futuri, le sue necessità.

Fare una diagnosi educativa significa prima di tutto instaurare una relazione di fiducia condivisa tra il paziente ed il medico.
Non si tratta di concentrarsi sui sintomi del paziente ma di andare ben oltre e di lasciarlo esprimersi su come vive il suo eczema, sui trattamenti utilizzati e in che modo: le difficoltà incontrate, il suo ambiente, le sue condizioni di vita, i suoi progetti futuri, ecc…, e chiedergli anche cosa si aspetta dalla visita.
Questo incontro dura in genere tra i 45 min. e 1 ora. Per fare esprimere il paziente, bisogna usare il più possibile delle domande aperte, rilanciare la discussione sull’ultima parola per approfondire il tema, non esitare a riformulare le domande. L’incontro permette anche di valutare il livello di motivazione del paziente da cambiare.
Questa discussione (che corrisponde a una verifica dello stato di salute o un punto sulla situazione) consentirà di annotare i punti forti e quelli deboli, di precisare il margine di progresso e il livello di motivazione del paziente da cambiare.

Esempio di guida per realizzare una diagnosi educativa di un paziente affetto da dermatite atopica diSébastien Barbarot. (CHU – Nantes.
Francia)

  • Mi racconti la storia della sua malattia.
  • Secondo lei, a cosa è dovuta la sua malattia
  • Quali fattori migliorano e (o) peggiorano la sua malattia?
  • Qual è la cosa che più le da fastidio della sua malattia?
  • Qual è il suo trattamento? Ha delle remore al riguardo?
  • Come vanno le sue cure? Mi descriva in dettaglio il suo operato?
  • Ci sono delle cose che non può fare a causa della sua malattia?
  • Come si svolge la sua vita con la gente intorno a lei?
  • Quando ha bisogno d’aiuto, qual è la sua reazione? A chi può rivolgersi?
  • Cosa si aspetta da questo incontro?
 
 
educazione terapeutica dermatite atopica
 

Alla fine dell’incontro, in funzione delle priorità decise congiuntamente (l’aderenza del paziente è del tutto necessaria), si definiscono insieme degli obiettivi educativi, per elaborare un programma personalizzato.